SHARE

“Agrigento e’ una citta’ di storia, di arte e di cultura che merita questo Bernini e questo Bernini merita Agrigento. Il resto sono polemiche strumentali, un po’ antimeridionali e con una certa supponenza intellettuale” Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano arrivato nella chiesa di Santo Spirito, nel centro storico di Agrigento, dove da oggi e’ visibile il capolavoro scultoreo del barocco romano: il Salvator Mundi di Gian Lorenzo Bernini. “Questo non e’ il primo spostamento del Salvator Mundi – ha spiegato il ministro – in un’altra citta’. Eppure e’ la prima volta che determina polemiche, forse perche’ siamo ad Agrigento. Per me questo e’ inaccettabile. Fra l’altro, i beni del fondo edificio di culto sono fruibili non solo nei luoghi dove essi si trovano, ma anche in modalita’ itinerante perche’ spesso vengono portate in altre citta’, non solo in Italia ma anche all’estero. Quindi, penso che tutto questo nasce da un certo elemento di vizio di supponenza, presunzione ed arroganza intellettuale nei confronti del Sud e della nostra citta'”.

SHARE