SHARE

“Quello di oggi è solo l’avvio di un cammino che porterà Agrigento a diventare capitale della cultura, dopo l’esposizione del Salvator Mundi di Bernini stiamo già lavorando per portare qua un’opera del Caravaggio”. Lo ha annunciato ieri il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, durante la cerimonia d’inaugurazione dal titolo “Il Salvator Mundi di Gian Lorenzo Bernini – Il barocco Romano incontra il Barocco siciliano” nella chiesa del Santo Spirito, di proprietà del Fec. Il ministro Alfano ha chiesto pubblicamente alla soprintendente di Agrigento, Caterina Greco, e al prefetto Angelo Carbone, direttore centrale del Fondo edifici di culto, di mettersi “immediatamente al lavoro per poter esporre ad Agrigento nell’ambito di una serie di iniziative di respiro scientifico e culturale” un’opera di uno dei più celebri pittori italiani di tutti i tempi di fama universale i cui dipinti hanno avuto una forte influenza formativa sulla pittura barocca.

SHARE