SHARE
Giuseppe Lauricella

“Pare che la nostra posizione sul ddl Cirinnà si affermi nella scelta del governo e della maggioranza.
Fin dal primo momento della discussione sul ddl Cirinnà, relativo alla disciplina sulle unioni civili e sulle convivenze di fatto, ho assunto una posizione chiara: i diritti – ripeto i diritti – delle coppie conviventi, siano esse etero o omosessuali, vanno affermati e disciplinati; il tentativo di condurre alle adozioni (magari con maternità surrogata) con i riferimenti agli istituti del matrimonio e della stepchild adoption, non riguarda la tutela e i diritti dei bambini ma, piuttosto, la pretesa egoistica di essere genitori”. Lo afferma in una nota il deputato del Pd Giuseppe Lauricella.
“Ora, finalmente, ci siamo arrivati. Il governo – aggiunge Lauricella -si assumerà l’impegno di presentare un emendamento con la condivisione della maggioranza (pd-ncd-sc). Un emendamento che darà il giusto riconoscimento dei diritti anche alle coppie omosessuali, senza cedere sul piano della tutela e del diritto del bambino.È una posizione di equilibrio che afferma e allarga i diritti senza confondere questi ultimi con le pretese egoistiche di una minoranza.
Successivamente, credo, si Potrà mettere mano ad una revisione dell’intera materia delle adozioni, sperando che la maternità surrogata (alias, utero in affitto) divenga una pratica fuori legge e delinquenziale in assoluto, sia se promossa da omo che da etero, in Italia come all’estero”.

SHARE