SHARE

“Lampedusa e’ un orgoglio siciliano capace di lanciare al mondo un grande messaggio di solidarieta’ in una fase della storia dove spesso prevalgono gli egoismi”. Lo ha detto il governatore della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, durante un incontro con i giornalisti cui hanno partecipato il direttore dell’Asp 6 Antonio Candela e il responsabile del presidio sanitario di Lampedusa e Linosa, il medico Pietro Bartolo, che da anni si occupa del soccorso ai migranti ed e’ tra i protagonisti del film-documentario di Gianfranco Rosi “Fuocoammare” che ha vinto l’Orso d’Oro alla Berlinale 2016. Durante l’incontro e’ stato mostrato l’Orso d’Oro e il governatore ha conferito la medaglia della Regione Siciliana a Candela e Bartolo. “In questi anni – ha proseguito – Lampedusa ha vissuto un proprio olocausto, con centinaia di morti. Abbiamo assistito a scene strazianti dove alla morte ti devi abituare. Per anni Lampedusa ha vissuto situazioni molto dure dove l’accoglienza non era incardinata in un sistema sperimentato. Oggi la Sicilia ha il modello piu’ avanzato in materia di migranti. Il successo che ha avuto Fuocammare a Berlino e’ la testimonianza dal lavoro quotidiano di chi sta in frontiera. Abbiamo qui il nostro medico che e’ diventato uno dei protagonisti perche’ e’ gia’ una protagonista nella vita, come la Sicilia che oggi accoglie il 25 per cento degli sbarchi rispetto ad altre Regione piu’ egoiste. Siamo orgogliosi del popolo siciliano che nonostante le difficolta’ sa far prevaler il senso di umanita’ rispetto agli egoismi dimostrando di saper ragionare con il cuore. E’ un premio – ha concluso – al popolo di Lampedusa e ai siciliani”.