SHARE

“E’ con vivo rammarico che prendiamo atto della volontà dell’amministrazione Firetto e dei suoi burocrati di non far assegnare al sindacato di categoria SAGI una Targa – riconoscimento, realizzata a proprie spese, da consegnare in occasione della serata conclusiva dell’evento ad uno dei gruppi partecipanti che si fosse segnalato per la migliore “comunicazione visiva, iconologica e di contenuto”. Lo scrive in una nota il segretario sindacato autonomo dei giornalisti Nino Randisi. “Evidentemente – aggiunge – la direzione della Sagra e l’amministrazione comunale hanno ritenuto che l’assegnazione del premio avanzata del sindacato autonomo dei giornalisti potesse sconvolgere lo spirito e la tradizione della kermesse e stravolgere lo stesso programma, divenuto, ormai, quasi un copia ed incolla degli anni precedenti”.

SHARE