SHARE

Da domani fino a domenica via al terzo weekend della Sagra del Mandorlo in Fiore 2016. Cortei storici, bande, cori, rievocazioni, musica, comicità, slow food  e slow fok, per un fine settimana denso di appuntamenti nel centro storico e nel cuore pulsante di piazza Vittorio Emanuele, ad Agrigento. Dal tunnel di sapori ai laboratori del gusto venerdì 26 febbraio sarà protagonista la cucina popolare con prodotti di qualità dei presìdi Slow Food. Dalle 21, sempre venerdì, sarà di scena al PalaMandorlo la comicità travolgente di Sasà Salvaggio con le sonorità mediterranee di Mario Incudine (voce, chitarra, chitarra battente e mandoloncello) con Antonio Vasta (fisarmonica, zampogna “a paru” e organetto) ed Emanuele Rinella alla batteria.

Sabato 27 febbraio sarà la volta dei laboratori del gusto e anche di una cena etnica sul tema “L’Africa incontra la Sicilia“: dembé, tajine alle mandorle, couscous ed altro ancora. In serata lo spettacolo “Cu mancia fa muddichi” con gli AreaSud e a seguire la “Mattanza” con “la libertà narrata con i suoni del Mediterraneo e le parole di Sicilia e Calabria”.

Domenica mattina, 28 febbraio, la Fanfara dei Bersaglieri “riscalderà” la mattinata con una pre-sfilata lungo il Viale della Vittoria, poi risalirà verso piazzetta Vadalà incontrando la Fanfara del XII battaglione Carabinieri che uscirà dalla Caserma. Quindi insieme sfileranno fino in Piazza Pirandello, dove avrà inizio la sfilata vera e propria. Aprirà il corteo l’associazione culturale “I tammura di Girgenti”, seguiranno la banda intercomunale Vincenzo Bellini, la Fanfara del XII Battaglione Carabinieri Sicilia, la Fanfara dell’ Associazione Nazionale Bersaglieri di Palermo e la Banda Comica “‘A rattarola” di Rometta, il corteo storico Branciforte di Niscemi, la Corte dei Principi di Aragona, il corteo storico di Mussomeli e la Legione del Laboratorio Centurio di San Cataldo.

Il corteo muoverà verso la Villa Bonfiglio. Dopo l’alzabandiera proseguirà la sfilata fino a piazza Vittorio Emanuele, dove ci sarà un’esibizione con rievocazioni storiche e momenti musicali che vedranno la partecipazione del Coro Diocesano e del Coro dell’Associazione Filarmonica Santa Cecilia. Chiuderanno la giornata i laboratori del gusto e il tunnel di sapori e, infine, il concerto di Matilde Politi “Cca sutta nta ‘stu ‘nfernu”, canti sociali di ieri e di oggi. Il programma completo della 71^ Sagra del Mandorlo in Fiore sul sitowww.mandorloinfiore.eu.