SHARE

E’ iniziato ieri sera tra risate e buona musica con Sasà Salvaggio e Mario Incudine il terzo weekend della Sagra del Mandorlo in Fiore 2016 che oggi e domani prosegue all’insegna del gusto. Sabato 27 e domenica 28 febbraio al PalaFood un programma ricco di eventi organizzati da Slow Food, la grande associazione internazionale no profit, fondata da Carlo Petrini, impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali.

Sasà Salvaggio al Mandorlo in Fiore 2016 2Nel Tunnel dei sapori di Slow Food Sud trovano posto aziende che producono Presìdi Slow Food, provenienti da zone diverse della Sicilia e altre aziende che commercializzano prodotti di qualità. Oggi, al Laboratorio del gusto, anche una cena etnica sul tema “L’Africa incontra la Sicilia“. In serata lo spettacolo “Cu mancia fa muddichi” con gli AreaSud e a seguire la “Mattanza” con “la libertà narrata con i suoni del Mediterraneo e le parole di Sicilia e Calabria”. L’idea è quella di esaltare la relazione fra arte popolare, cultura materiale, tavola: come le tipicità gastronomiche, anche le musiche, i canti e i racconti sono parte del patrimonio culturale immateriale che caratterizza ogni comunità e contribuisce a definirne l’identità. Questo importante progetto fa tappa ad Agrigento sabato 27 e domenica 28 febbraio, in occasione della Sagra del Mandorlo in Fiore, per sottolineare la grande importanza rappresentata dalla conviviale nella cultura popolare. Ecco il programma completo della 71^ Sagra del Mandorlo in Fiore sul sito www.mandorloinfiore.eu.

SHARE