SHARE

Organizzato dal Distretto Turistico Valle dei Templi, torna il MandorlaFest alla 71^ Sagra del Mandorlo in Fiore, ad Agrigento: cooking show, gare e degustazioni con i migliori pasticceri siciliani e l’eccellenza dei prodotti tipici locali. Esordio in centro città nel Villaggio della Sagra, in piazza Vittorio Emanuele, venerdì 4 marzo, dalle 16, con l’inaugurazione della mostra di prodotti di mandorla: alcuni espositori, siciliani e non, offriranno un panorama delle lavorazioni della mandorla. Al contempo si potrà ammirare la mostra “La mandorla nel mondo, pomologia e i vecchi arnesi” per imparare a distinguere i tempi di maturazione del frutto e per riscoprire gli strumenti utilizzati un tempo nel mondo contadino. Dalle 17 sarà possibile assistere al cooking show della cooperativa Green Life per rimanere affascinati dalle innumerevoli lavorazioni della mandorla in pasticceria. Il 5 marzo sin dal mattino appuntamento con le degustazioni e le mostre. Dalle 10, via al convegno organizzato dall’assessorato regionale all’Agricoltura e dal Consorzio della mandorla sul tema “Terra e cielo – La mandorla nella pasticceria conventuale”. Al contempo si darà il via al II Concorso interregionale MandorlaFest di cake design. La giuria, presieduta dal pastry chef Giovanni Mangione, valuterà gli elaborati nel pomeriggio dalle 16. Dalle 16,30 il presidio Slow Food proporrà il laboratorio del gusto sul tema della mandorla nei dolci conventuali. Dalle 19 circa, appuntamento con “Wine tasting, il vino si racconta” organizzato dall’AIS, Associazione Italiana Sommelier. Domenica 6 marzo apriranno in dolcezza la mattinata l’esposizione dei prodotti di mandorla e il laboratorio del gusto “slow food” sulla mandorla nei dolci conventuali, mentre il pastry chef Giovanni Mangione e altri suoi colleghi daranno vita ad un cooking show. Al contempo le Lady Chef dell’Associazione Cuochi di Agrigento e Giusy Bruccoleri, loro coordinatrice provinciale, si prepareranno per la dimostrazione, la narrazione e infine la degustazione dello straordinario “couscous dolce” di mandorle e pistacchio, dolce tipico realizzato dalle suore del monastero di Santo Spirito. Dalle 17 sarà la volta di due cooking show: il primo, di realizzazione dei Biscotti Ricci di mandorla di Palma di Montechiaro con lo chef Lillo Meli; il secondo, di preparazione del particolarissimo agnello pasquale di Favara, a cura dei pasticceri favaresi coordinati dalla locale Pro loco. Lunedì 7 marzo è in programma una cena interculturale con il cardinale monsignor Francesco Montenegro, arcivescovo di Agrigento.
Mercoledì 9 marzo torneranno le mostre della mandorla e sulla pomologia e i vecchi arnesi. Dalle 10 e nel pomeriggio i cooking show a cura dell’Associazione Professionale Cuochi Italiani. Il 10 marzo dalle 10, appuntamento con la premiazione del concorso “Mandorlara – La mandorla a tavola”, organizzato dai ristoratori del Consorzio turistico Valle dei Templi, i quali in questi giorni hanno proposto nei loro ristoranti interi menù a base di mandorle. Dalle 17 alle 22 sarà il campione di pizza acrobatica Antonio Lupo con l’Unione Pizzaioli Italiani a dar vita al PizzaMandorlaFest, inframezzato da uno spettacolo di pizza acrobatica. Venerdì 11 marzo dalle 10, apertura del convegno “Il Sud vila… con la mandorla” con Alessandro Cacciato (a cui parteciperanno le quinte classi degli istituti superiori agrigentini). Al PalaFood consueto appuntamento con la mostra “La mandorla nel mondo-pomologia – I vecchi arnesi” e le esposizioni dei prodotti di mandorla. Nel pomeriggio, dalle 17, cooking show a cura del Centro Studi Creapolis e gli allievi pasticceri coordinati dal pastry chef Lillo Chianetta. Dalle 20 sarà dato il via al Gran Galà del Nero d’Avola, a cura dell’AIS Associazione Italiana Sommelier. Sabato 12 marzo, alle mostre dei produttori seguirà “la Piazza Tematica sul tema: La mandorla Siciliana tra criticità e prospettiva” organizzato da Legambiente e dall’Associazione Duciezio, associazione Culturale della Dolceria Pasticceria Gelateria Siciliana. Subito dopo sarà animato il secondo appuntamento del MandorlaFest con in gara i pasticceri siciliani. In chiusura “la mandorla incontra il vino” a cura dell’AIS Agrigento, in cui saranno studiati gli abbinamenti di vini dolci con i primi cinque prodotti dolciari vincitori del concorso e “dulcis in fundo” il cooking show del gruppo dell’associazione Duciezio e i migliori rappresentanti della tradizione di pasticceria capitanati dal maestro pasticcere Fiasconaro. Domenica 13, in coincidenza col gran finale della Sagra del Mandorlo in Fiore, il MandorlaFest saluterà i visitatori con una giornata intera dedicata alla mandorla e nella mattinata gli intagliatori dell’Associazione Ristoworld si esibiranno realizzando alcune opere con vegetali e frutta. Durante i due week end l’APCI, associazione professionale cuochi, realizzerà alcuni laboratori dimostrativi di cucina.

(Nella foto una creazione di pasticceria del pastry chef Giovanni Mangione, che raffigura il Tempio della Concordia)