SHARE

Grande partecipazione oggi pomeriggio alla fiaccolata di solidarietà promossa dopo l’avvelenamento dei “cani degli dei” venerdì scorso alla valle dei templi. Circa trecento persone si sono riunite a Bonamorone e si sono mosse in corteo verso il tempio di Giunone. Presenti anche alcuni componenti della giunta, tra cui gli assessori Mimmo Fontana e Franco Miccichè.
L’iniziativa è stata promossa dai volontari dell’Oip di Agrigento, in collaborazione con associazione Aronne, I Lupi di Agrigento, Legambiente, MareAmico, Pensione canile Quattrozampe, Rangers International, Ugda, Una, Wwf. Giovedì 3 marzo è prevista una manifestazione dell’Enpa alle ore 10 in piazza Cavour.
“Una fiaccolata in ricordo dei cani uccisi – ha detto Laura Samaritano, delegata Oipa Agrigento per dare una nota positiva a questa orribile vicenda, un’iniziativa per dare voce alla parte buona della città indignata per quanto accaduto e per non far finire anche questa triste storia nel dimenticatoio, nella speranza che le indagini dell’autorità giudiziaria possano scoprire i responsabili”.

“Un ringraziamento a tutti i partecipanti – ha detto il presidente dell’associazione Aronne Sandro Fanara – e a tutti quelli che, pur essendo lontani, ci hanno espresso la loro vicinanza. Lo facciamo da Agrigentini e a nome di Agrigento, oggi è stato un momento di forte rivendicazione di un identità nuova, pulita, tollerante, civile, rispettosa della diversità, oggi si è protestato per quello ricordando quei poveri cani che quella tolleranza la conoscevano e la rappresentavano ogni giorno con la loro fiducia, questo pensiero è dedicato alla vostra innocenza amici”.

SHARE