SHARE

Ritorna in provincia di Agrigento, domenica 6 marzo 2016, l’annuale giornata delle ferrovie non dimenticate organizzata a livello nazionale dalla Confederazione della Mobilità dolce in collaborazione con la holding Ferrovie dello Stato Italiane. Ferrovie Kaos, ha voluto ripercorrere un tratto della linea a scartamento ridotto “Castelvetrano – Ribera – Porto Empedocle” gia’ battuto in passato, ovvero la ferrovia di Torre Salsa, forse la parte piu’ suggestiva, insieme alle zone archeologiche, della cessata relazione costiera.

La manifestazione, dal titolo “L’antica ferrovia di Torre Salsa”, è organizzata in collaborazione con l’associazione MariTerra di Porto Empedocle e con il patrocinio dei Comuni di Montallegro e Siculiana. All’evento hanno aderito la FIAB con le associazioni SSST Bike Team Agrigento e Kalat Bike di Siculiana, nonchè Legambiente, Val di Kam di Sant’Angelo Muxaro e gli Amici del cavallo di Agrigento.

Il punto di raduno per domenica prossima è a Montallegro, nel piazzale dietro il distributore AGIP, dinnanzi al bar 5 sensi alle ore 8.15. Dopo la registrazione dei partecipanti e la successiva colazione, si procederà nel percorrere i 10 km di ex strada ferrata accompagnati da guide esperte che illustreranno le caratteristiche della linea e dell’ambiente circostante. L’approdo è previsto a Siculiana Marina, nei pressi della fermata che, fino al 1978, nei mesi estivi, era presa d’assalto da bagnanti e turisti. Sarà allestito un punto di ristoro, all’interno del resort Sole Mediterraneo, riservato ai soli partecipanti registrati. Per le 15 circa è previsto il ritorno in bus a Montallegro.

“Confortati dal successo delle passate edizioni – si legge in una nota di Ferrovie Kaos – abbiamo voluto soddisfare le richieste di tanti appassionati che ci hanno chiesto di organizzare l’annuale giornata delle ferrovie non dimenticate su questo tratto della antica, e adesso da tutti rimpianta, linea a scartamento ridotto Porto Empedocle – Castelvetrano. Si tratta di un appuntamento divenuto irrinunciabile, che i comuni di Montallegro, con il sindaco Pietro Baglio e l’assessore al turismo Andrea Iatì, e quello di Siculiana, con il sindaco Leonardo Lauricella ed il suo vice Enzo Zambito, hanno sposato e sostenuto con forza. Sono attesi centinaia di partecipanti, molti dei quali provenienti dalle province limitrofe e che verranno a pernottare nelle strutture ricettive del circondario. Segno che i luoghi attraversati della linea hanno un potenziale davvero enorme, che va semplicemente sfruttato a dovere”.

“Questa edizione è stata organizzata, in partenariato, con l’associazione MariTerra di Porto Empedocle, che intende sviluppare e promuovere diversi percorsi di valorizzazione del territorio, puntando anche sulla mobilità dolce e sul recupero di infrastrutture dismesse. La manifestazione, inoltre, si inquadra nel ‘week-end sicano’ organizzato da Val di Kam che inizia sabato 5 marzo con la visita tra i vicoli di San Biagio Platani nei “Magazzini degli Archi di Pasqua”, i laboratori cioè’ dove gli artigiani sanbiagesi danno vita alle creazioni artistiche della più’ spettacolare festa di Pasqua d’Italia. Mosaici di cereali, figure di pane, lampadari di cereali e pasta e tanto altro ancora. Per tutte le informazioni, visitare il sito ufficiale www.ferroviekaos.it, dove tra l’altro è possibile scaricare la liberatoria e attingere a tutte le informazioni su dove alloggiare ed il programma completo.

SHARE