SHARE

“Non possiamo che essere soddisfatti per i risultati raggiunti in un mese circa di servizio porta a porta. Lo dice l’amministratore delegato di Iseda Giancarlo Alongi, commentando i dati diffusi dall’amministrazione comunale di Siculiana, relativi al primo periodo di attività del progetto “Siculiana ricicla!”, avviato dal Comune, di concerto con la Ecoface e appunto con Iseda.

Il primo report ufficiale del proteggo partito il 18 gennaio scorso, parla di materiale assicurato al riciclo in una percentuale pari al 61,3 per cento mentre il restante 38,7 è stato conferito in discarica. “Anche noi come azienda – aggiunge Alongi – così come l’amministrazione comunale, non possiamo che essere soddisfatti dei risultati ottenuti in così poco tempo a dimostrazione che, se un servizio viene organizzato e pubblicizzato a dovere, trova il riscontro dei cittadini e si raggiunge il risultato sperato”. Con questo tipo di risultati inoltre, diventa sempre più possibile scongiurare l’ulteriore aumento di costo previsto dalla recente finanziaria regionale, puntando anzi, ad ottenere i benefici che la stessa legge destina ai Comuni virtuosi.

Ci sono già molte realtà, non solo piccole, che hanno raggiunto traguardi ben superiori alla soglia imposta dalla legge del 65 per cento. Da un punto di vista prettamente tecnico organizzativo, per non vanificare l’ottimo lavoro fatto dai siculianesi, per reprimere abitudini negative e il mancato rispetto dell’ordinanza sindacale, nelle prossime settimane saranno intensificate le attività di monitoraggio e controllo da parte dell’Ufficio Ambiente congiuntamente alla ditta Iseda e alla Polizia municipale di Siculiana. I controlli, hanno già portato, nel primo mese del servizio, all’apertura ed ispezione dei rifiuti conferiti dalle utenze domestiche e commerciali con la foto segnalazione e ripresa video dell’abbandono dei rifiuti nel territorio consentendo di diffidare e sanzionare chi non rispetta la legge.

SHARE