SHARE

Domenica 6 Marzo nella splendida cornice della sala Zeus del Museo Archeologico Regionale di Agrigento è stata celebrata la Giornata Europea dei Giusti in collaborazione tra l’Accademia degli Studi Mediterranei di Agrigento e l’Istituto Superiore di Studi Musicali di Ribera. Il Concerto, tenutosi alla presenza delle Autorità Civili, Militari e Religiose, è stato introdotto da una toccante presentazione del Presidente Avv.Diego Galluzzo ,della Prof.ssa Assuntina Gallo Afflitto Presidente onorario e fondatrice dell’Accademia e del Direttore dell’Istituto A.Toscanini Prof.ssa Mariangela Longo; a conclusioneProf. Vincenzo Fazio Presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia l’intervento commosso delProf. Vincenzo Fazio Presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia. L’evento ha riscosso un grande successo di pubblico, gremito anche sulla balconata , che ha molto apprezzato l’articolato programma delle musiche che attraverso un viaggio virtuale nel tempo ha affrontato un vasto repertorio nei diversi stili, dal barocco al classicismo, dalle Arie d’Opera Pucciniane ai compositori del’900 fino ad arrivare alla musica contemporanea.
“L’incontro tra l’Accademia degli studi Mediterranei e l’Istituto A. Toscanini avvenuto per il tramite del Prefetto di Agrigento Dott. Nicola Diomede, è stato quasi profetico” ha dichiarato la Prof.ssa Gallo, “considerato che il grande direttore d’Orchestra Arturo Toscanini è stato incluso nella lista dei 14.000 Giusti della Terra appena 40 giorni fa, per la sua operosa attività in difesa dei musicisti ebrei perseguitati dal regime fascista.”
Fatto anche sottolineato dall’intervento del Direttore del Toscanini:
“Siamo molto onorati di essere stati invitati a celebrare questa importante giornata per il significato e l’importanza dell’evento e per il nome stesso che l’Istituto porta con orgoglio, quello di “A. Toscanini”, un grande Musicista Italiano, che vissuto nel periodo Mussoliniano si vide costretto a espatriare per le coraggiose idee antifasciste, continuando a battersi, anche dall’estero, contro le leggi razziali, in difesa degli ebrei perseguitati e dei politici fuoriusciti dal regime Hitleriano.”
Il Direttore ha poi affermato: “Oggi il nostro Istituto onorerà con un Concerto, frutto dell’impegno dei nostri studenti e docenti, la memoria di tutti i Giusti della Terra; uomini, donne e bambini che nella storia sono stati e, purtroppo, continuano ad essere vittime dell’ingiustizia, della violenza e delle odiose guerre che ancora oggi affliggono alcune zone del pianeta. Il nostro pensiero va soprattutto ai profughi e ai tanti bambini, vittime innocenti, molti dei quali morti nel Mar Mediterraneo, costretti a viaggi della speranza che spesso si traducono in viaggi verso morte certa.
In questa occasione non può mancare anche un pensiero alle vittime di tutte le mafie, un esercito di Giusti: in Italia, e in Sicilia in particolare, centinaia di uomini e donne (e anche bambini in alcuni casi) che non hanno voluto abbassare la testa o scendere a compromessi per difendere il valore della legalità o per fare semplicemente il loro dovere di giornalisti, uomini delle forze dell’ordine, giudici, politici o semplici cittadini.A tutti i Giusti, ritengo che abbiamo il dovere di rivolgere un sentito ringraziamento per averci insegnato, con il loro esempio ed il loro estremo sacrificio, i veri valori della vita e per averci indicato la retta via per il futuro. A loro vogliamo dedicare con il linguaggio universale della Musica, un messaggio di pace e di unione tra i popoli contro la violenza e l’ingiustizia nel mondo”
Protagonisti del Concerto gli studenti dell’Istituto Toscanini in qualità di solisti (Myriam Russello, Soprano- Giuseppe Infantino, Tenore- M°EsterPrestia, Flauto Traversiere_ Paolo Alongi e Giorgio Bartolotta, chitarre- Giovanna Nuara, Soprano) e di musicisti del coro e dei due ensemble cameristici- orchestrali dell’Istituto diretti dal M°RobertaFaja(“Lescontradictionsbaroques”)e dal M° Egidio Eronico con la collaborazione del Maestro di Coro Prof.ssa Grazia Maria Russo.
Il Concerto si è concluso con un bis su richiesta del brano “Oblivion” di A. Piazzolla per solisti coro e orchestra e con l’Inno d’Italia dedicato a tutti i Giusti.

SHARE