SHARE
Maria Iacono, parlamentare del Pd

“In un società, come quella attuale, nella quale le donne sono ancora vittime di violenza, emarginazione sociale e discriminazioni di ogni ordine e grado, la giornata internazionale delle donne deve necessariamente costituire, al di là delle banalità, un ulteriore passo verso l’acquisizione di una nuova cultura che abbia come elemento centrale ed imprescindibile il rispetto del ruolo della donna nella società”.
Lo ha dichiarato la deputata del PD, Maria Iacono, che ha poi aggiunto: “L’Italia, negli ultimi anni, sul piano della piena ed effettiva valorizzazione delle donne nelle Istituzioni, nell’economia e nella società in genere, ha dimostrato enormi ritardi, lunga infatti, è ancora la strada da percorrere per costruire, nel nostro paese, una società caratterizzata da una effettiva parità di genere che veda la donna come soggetto attivo e protagonista della vita sociale, politica ed economica.”
“Eppure “ ha continuato , Maria Iacono, “ si stanno compiendo dei cambiamenti significativi, l’Italia, per esempio, oggi, figura tra le prime dieci nazioni dell’Unione Europea per numero di donne presenti al Governo , ma anche al fatto che la Legislatura in corso si sia contraddistinta per essere quella con il maggior numero di donne elette in Parlamento, il 32% di componenti della camera è donna, il 30 al senato, dati questi significativi che dimostrano una nuova e positiva presenza delle donne nelle Istituzioni.
“Il protagonismo delle donne, nelle Istituzioni , si è tradotto nell’approvazione di nuove norme che vanno nella direzione della piena affermazione dei diritti e della dignità femminile nel nostro paese.”
In questo senso come non citare l’approvazione della convenzione di Istanbul, la norma sul femminicidio e la violenza di genere, o ancora la lotta parlamentare contro le dimissioni in bianco , la concessione di un nuovo bonus bebè ed ancora l’approvazione di norme in grado di trovare un equilibrio nella partecipazione alle assemblee elettive tra uomini e donne , l’approvazione del divorzio breve e d infine il nuovo testo sulle unioni civili.”
“la presenza delle donne nelle Istituzioni insieme al fermento associativo che vede molte donne impegnate, nel corso dell’anno, in iniziative per la promozione culturale , per la difesa dei diritti e per la costruzione di una società più giusta è segno di grande civiltà democratica come testimoniato dalle tante iniziative in corso , nella nostra Provincia, in questi giorni , da Favara con la celebrazione dei quarant’anni del consultorio familiare “George Sand” ,a Raffadali con le iniziative promosse dall’associazione” Alda Merini”, ad Agrigento , a Licata, Menfi , Sciacca, Campobello di Licata e Cianciana, organizzate dai Comuni e dalle organizzazioni sindacali ed alle tante iniziative promosse nelle scuole di ogni ordine e grado.

SHARE