SHARE

I giudici della Corte d’appello hanno condannato (riducendo leggermente la sentenza di primo grado che era stata di 2 anni, 3 mesi e 20 giorni) a 2 anni e due mesi di reclusione l’ex presidente del Consiglio comunale di Agrigento Carmelo Callari, accusato di falso, truffa e abuso di ufficio. Digos e Procura accusano Callari di “missioni gonfiate o del tutto inventate” per farsi rimborsare le spese. Il sostituto procuratore generale di Palermo, Florenzano Cristodaro, aveva chiesto la conferma della condanna di primo grado. I giudici hanno leggermente ridotto la pena perchè un paio di episodi risalenti al 2007 non sono più punibili per effetto della prescrizione.

SHARE