SHARE

Sei condanne sono state chieste dal sostituto procuratore generale di Palermo, Giuseppe Fici, al termine della requisitoria davanti la prima sezione della Corte d’appello nel processo scaturito dall’inchiesta Nuova Cupola. Il Pg ha chiesto 10 anni di reclusione per Bruno Pagliaro, 25 anni, di Porto Empedocle, accusato di associazione mafiosa, che in primo grado era stato assolto. Chiesta anche la conferma della condanna per gli altri 5 imputati: Carmelo Vetro, 29 anni, di Favara, condannato a 9 anni in primo grado; Pietro Capraro, 36 anni, di Agrigento, condannato a 9 anni e 6 mesi; Gaetano Licata, 32 anni, di Agrigento, condannato a 10 anni; Maurizio Romeo, 45 anni di Porto Empedocle condannato a 14 anni, e per Gerlando Russo, 42 anni, di Porto Empedocle condannato a 9 anni. L’inchiesta Nuova Cupola, che sfocio’ in 54 arresti eseguiti il 26 giugno del 2012, avrebbe disarticolato le nuove famiglie mafiose della provincia di Agrigento. Gli altri 48 imputati hanno scelto il rito abbreviato.

SHARE