SHARE

Il gup del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, accogliendo le richieste del pm Salvatore Vella ha disposto il rinvio a giudizio di Francesco Nocera, 48 anni, e della sua compagna Irene Salvatrice Infuso, 35 anni. I due, fingendosi badanti, sono accusati d’aver costretto, con violenza e minacce, una ottantenne di Campobello di Licata a consegnar loro i risparmi di una vita: 148 mila euro e la casa. La prima udienza si terrà il 12 maggio davanti ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Agrigento.

SHARE