SHARE

Sara’ il procuratore generale Luigi Patronaggio a proseguire le indagini sul presunto voto di scambio a carico dell’ex presidente dell’Ars Francesco Cascio (Ncd), del senatore Marcello Gualdani (Ncd) e di altre cinque persone. Il gip di Palermo, questa mattina, ha infatti preso atto dell’avocazione, da parte della Procura generale, dell’ inchiesta avviata dalla Procura che aveva chiesto l’ archiviazione. Il giudice ha ordinato la trasmissione degli atti alla Procura generale. Secondo Patronaggio, sulla vicenda andrebbero fatti accertamenti piu’ approfonditi. Nei mesi scorsi l’aggiunto Dino Petralia e i pm Alessandro Picchi e Sergio Barbiera avevano fatto richiesta di archiviazione. Il giudice delle indagini preliminari ritenne di non accoglierla e fisso’ l’udienza per la discussione, avvertendo, come prevede la legge, la Procura generale. L’inchiesta nasce da alcune intercettazioni effettuate in un’indagine sullo spaccio di droga che coinvolse alcuni “attacchini” che, nelle elezioni regionali del 2012, avevano lavorato anche per Cascio. Nelle conversazioni si parlava di derrate alimentari fatte avere a una onlus che avrebbe dovuto distribuirle a cittadini in cambio di voti. (ANSA)

SHARE