SHARE

In vista del consiglio comunale straordinario di domani 3 aprile a Siculiana, ecco ulteriori dettagli del progetto ADLER MARE Nature & Spa Resort Torre Salsa forniti dalla società altotesina.  La Adler è un’azienda italiana costituita da italiani con sede a Ortisei in provincia di Bolzano; i titolari, Andreas e Klaus Sanoner rappresentano la sesta generazione della famiglia Sanoner che si occupa di attività e impresa turistica con alle spalle una storia di 200 anni di ospitalità alberghiera. I resorts della famiglia Sanoner sono un numero ristretto di hotel di alta qualità (5-stelle) in luoghi speciali e tutti di grande pregio paesaggistico.

Spa&Resorts Adler tra le Dolomiti
Spa&Resorts Adler tra le Dolomiti

L’ADLER DOLOMITI di Ortisei risalente all’anno 1810 – oggi più attuale che mai, è stato eletto, per esempio, nel 2013 da Trivago come miglior Hotel d’Italia; − l’ADLER THERMAE di Bagno Vignoni in Toscana aperto nel 2004 ed eletto già nel 2007 da TripAdvisor come miglior Hotel Benessere al mondo; l’ADLER BALANCE di Ortisei aperto nel 2008 e certificato gli ultimi anni da TripAdvisor come hotel di eccellenza; l’ADLER Mountain Lodge all’Alpe di Siusi nelle Dolomiti, aperto nel 2014 ed eletto da GEO nel 2016 come “miglior albergo di montagna in Europa”.

Tutti i resorts Adler sono contraddistinti da un’attenzione ed un rispetto assoluto nei confronti della natura e del contesto ambientale in cui si inseriscono, attenzione e rispetto sia sotto l’aspetto della non invasività del complesso alberghiero, sia sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale e l’uso dei materiali di costruzione utilizzati, legati alla bio – architettura.

sanonerLa famiglia Sanoner ha deciso di aggiungere alla sua offerta turistica una località di mare e ha scelto come meta la Sicilia per investire con la realizzazione e la gestione di un nuovo resort. L’ADLER MARE di Torre Salsa andrà ad inserirsi in questo ristretto gruppo di hotel di pregio (non di lusso), che si contraddistinguono per la ricerca nei dettagli, iniziando dalle soluzioni architettoniche adottate, alla fase di costruzione e fino ai servizi offerti.

L’area su cui sorgerà il nuovo resort da oltre 15 anni è stata destinata, dal piano regolatore vigente, a zona per insediamenti turistici Zona FA, è distante dal mare e fuori dalla Riserva naturale di Torre Salsa. Il progetto prevede la realizzazione di 29.400 mc, nettamente inferiori ai 34.900 mc previsti dal P.R.G. vigente. L’iter approvativo durato circa 2 anni, è iniziato il 28/09/2011 e si è concluso il 19/12/2013, salvo prescrizioni che saranno esitate prima del concreto inizio dei lavori.

Veduta di Torre Salsa, Bovo Marina ed Eraclea Minoa
Veduta di Torre Salsa, Bovo Marina ed Eraclea Minoa

La filosofia del progetto è di promuovere la Sicilia e soprattutto il territorio circostante contribuendo a valorizzare i pregi paesaggistici del luogo, naturalmente in primis anche la Riserva di Torre Salsa, e i siti e le offerte culturali della Regione. Un’attenzione particolare sarà riservata ai prodotti enogastronomici della zona, privilegiando i produttori locali, tant’è che sarà prevista anche la realizzazione di un punto vendita all’interno della struttura.

Per il resto l’offerta del resort sarà incentrata sui temi del benessere inteso in senso globale come attività fisica a stretto contatto con la natura, fitness, alimentazione sana con prodotti preferibilmente regionali e di produzione biologica, relax mirato, offerte benessere come piscine, saune e trattamenti SPA. Non è prevista la realizzazione di un campo da golf.

resort1Il resort offrirà 108 camere, di cui 94 camere doppie e 14 family-suites, e verrà costruito secondo i principi dell’architettura eco-sostenibile, realizzato con piccoli corpi di fabbrica diffusi ad un solo livello, perfettamente inseriti nella natura col minimo impatto nel paesaggio circostante.  Tutto il resort sarà contraddistinto da coperture e superfici a verde con piantagioni autoctone in base a un progetto “verde”, prescritto e monitorato nell’ambito del procedimento di Valutazione di Impatto Ambientale e di Incidenza Ecologica. Inoltre è previsto uno speciale progetto di rinaturazione dell’area circostante, non interessata dalla costruzione, con piante geneticamente autoctone prodotte da vivai locali.

L’investimento previsto – viene spiegato in una nota della Adler – è di Euro 45.000.000,00 dei quali Euro 10.097.600,00 provenienti da un finanziamento pubblico già deliberato da Invitalia, Agenzia che fa capo direttamente al Ministero dell’Economia e Finanza. Nella fase realizzativa saranno coinvolte ditte locali e comunque siciliane.

Si stimano 200 persone presenti in cantiere durante la fase costruttiva che durerà 2 anni. L’hotel che sarà aperto tutto l’anno, come tutti gli Adler Hotels, darà un lavoro stabile annuale a 140 persone del territorio oltre alle ditte che saranno coinvolte per la manutenzione e all’indotto che si creerà per le forniture durante tutto l’anno.

Il progetto esecutivo per la realizzazione del resort è in fase di ottimizzazione, in base alle numerose prescrizioni migliorative dei vari Enti (Soprintendenza, ARTA) e sarà presentato nei dettagli a breve, anche in forma di un modello plastico. La rielaborazione comprenderà anche la non edificazione dell’ambito 21i, come richiesto dalla Soprintendenza di Agrigento.

Durante tutti questi anni la famiglia Sanoner si è costruita una consolidata reputazione nel settore alberghiero, per le qualità architettoniche e dei servizi e la relazione con il territorio delle proprie strutture alberghiere. Anche per il progetto di Torre Salsa il rispetto del luogo e la relazione con il territorio saranno poste  in primo piano. Sotto questo aspetto la famiglia Sanoner garantisce con il proprio nome.