SHARE

La ruspa è già a Torre di Gaffe, frazione balneare di Licata, ed è pronta ad abbattere una villetta vicino al mare, di proprietà di un cittadino di Palma di Montechiaro. Davanti alla costruzione ci sono però centinaia di persone di Licata, che compongono il “Comitato per la casa”, e di Palma di Montechiaro (Torre di Gaffe è a metà strada tra le due citta’ e in estate e’ popolata soprattutto da palmesi). Il sit-in – come riferisce l’Ansa – al momento pacifico, impedisce l’avvio delle demolizioni degli immobili abusivi. La polizia sta cercando di mediare. Sono 15 gli immobili, realizzati in aree con il vincolo di inedificabilita’, da abbattere in questa prima fase. Le demolizioni dovranno farsi in virtù del protocollo di intesa che il sindaco, Angelo Cambiano, ha siglato lo scorso 7 ottobre con la Procura di Agrigento.

SHARE