SHARE
http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photo-pretty-young-woman-picking-apricots-lit-warm-summer-evening-light-shallow-dof-color-toned-image-image45924445

Serre ad alta tecnologia e impianti biologici innovativi hanno permesso ad un’azienda agroalimentare di Favara di piazzare sui mercati del Nord Europa tutta la produzione di albicocche maturate con due mesi di anticipo. Il raccolto ha superato i 140 quintali e la quantità dovrebbe raddoppiare nel 2016, racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola. Confezionate in vaschette da 250 grammi, le albicocche della Geva raggiungono un prezzo di 8/9 euro al chilo. I fratelli Giuseppe, Emanuele e Andrea Vita – i primi due agro ingegneri e il terzo con una laurea in Giurisprudenza – hanno lavorato al progetto per tre anni allestendo tre apprestamenti protettivi (serre) ad alta tecnologia che hanno occupato 15 mila metri quadrati di terreno. “Abbiamo messo a dimora 3 mila piante, tutte al coperto – dicono – con una forma di allevamento a Y trasversale che ci ha consentito di anticipare la raccolta e riuscire a produrre in un periodo privo di competitors”.

SHARE