SHARE
Veduta di Torre Salsa, Bovo Marina ed Eraclea Minoa

“La creazione di uno sportello a sostegno delle imprese, finalizzato all’informazione e alla formazione che dovrà favorire la creazione di nuove attività turistico-ricettive e di servizi”. E’ quanto prevede, tra l’altro, un ordine del giorno approvato ieri sera all’unanimità dall’assemblea dell’Unione dei Comuni di Bovo Marina, Eraclea Minoa, Torre Salsa su proposta degli assessori comunali al Turismo di Montallegro e Siculiana, Andrea Iatì ed Enzo Zambito.

Ecco il documento integrale:

Premesso che lo sviluppo turistico  del territorio rientra tra gli obiettivi prioritari previsti dallo Statuto dell’Unione dei Comuni di “Bovo Marina”, “Eraclea Minoa” e “Torre Salsa”;

Che in seguito alla partecipazione all’ITB di Berlino 2016, nell’ambito del Distretto Turistico Selinunte, il Belice, Sciacca terme, gli Assessori al turismo dei Comuni dell’Unione hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con esperti ed operatori turistici di livello nazionale ed internazionale arricchendo senza alcun dubbio il proprio bagaglio di conoscenze, consentendo una maggiore presa di coscienza delle problematiche inerenti il turismo, delle esigenze del mercato e delle criticità oggi presenti, con particolare riferimento all’offerta turistico ricettiva esistente e alle attuale strategie adottate per la promozione del territorio.

Preso atto delle strategie di indagine territoriale, di programmazione e di marketing promosse da esperti del settore turistico nel corso della suddetta fiera del turismo;

Vista la lettera inviata ai membri del CDA dagli Assessori al Turismo Enzo Zambito del Comune di Siculiana e Andrea Iatì del Comune di Montallegro che ha determinato la convocazione di questa assise;

Con il  presente Ordine del Giorno si demanda alle SSLL, nel rispetto delle prerogative istituzionali, a prendere in seria considerazione la necessità di avviare ogni opportuna azione finalizzata a consentire all’Unione dei Comuni di divenire “cabina di regia”  reale e fattiva per la programmazione e la promozione del turismo nel territorio dei comuni associati e quindi di avviare un percorso virtuoso capace di attuare,nel rispetto dell’ambiente, politiche serie di sviluppo di un territorio come il nostro,ad alta vocazione turistica;

Nello specifico, si propone all’Assemblea di approvare il seguente ordine del giorno:

  • Individuazione di una sede istituzionale dell’Unione dei Comuni, con personale, attrezzature e mezzi adeguati;
  • Istituzione di un Coordinamento degli Assessori al Turismo dei Comuni associati, al fine di coordinare in maniera unitaria ogni iniziativa legata al turismo su tutto il territorio dell’Unione;

Istituzione del Forum del Turismo dell’Unione al fine di favorire, anche in fase di programmazione, la partecipazione degli attori privati e del mondo dell’associazionismo locale ed una interconnessione con gli operatori economici;

  • Elaborazione, anche attraverso il coinvolgimento di esperti del settore, di un Piano Strategico per il turismo, strumento indispensabile per la creazione di sistema turistico integrato e diversificato che, valorizzando le potenzialità del territorio, miri ad alla creazione di un’offerta turistica adeguata e capace di rispondere al meglio alla competitività e alla domanda del mercato turistico,superando ogni forma di improvvisazione ed autoreferenzialità;
  • Elaborazione di strategie innovative di marketing e la programmazione di partecipazioni alle più importanti fiere del turismo, nazionali ed internazionali;
  • Attivazione di politiche volte al coinvolgimento di altri Comuni rivieraschi, nell’ambito di iniziative quali marchi d’area o partecipazione ad altre tipologie di partnership pubblico/private;
  • Creazione di un Ufficio programmazione turistica intercomunale, con sedi distaccate in ogni singolo Comune gestite di concerto con le associazioni locali, che dovrà attuare politiche di promozione in maniera unitaria e coordinata.
  • Creazione di uno sportello a sostegno delle imprese, finalizzato all’informazione alla formazione che dovrà favorire la creazione di nuove attività turistico/ricettivo e di servizi.
  • Superamento dell’attuale denominazione dell’Unione e l’individuazione di una nuova denominazione breve e maggiormente rappresentativa delle peculiarità del territorio, da associare ad un logo, al fine di creare un “brand” immediato e di facile lettura. Un’immagine e due sole parole che racchiudano il meglio dell’offerta turistica siciliana (Sicilia, storia, costa, mare, sole, natura),come per dire: UNIONE DEI COMUNI “COSTA SICANA”…..

 

SHARE