SHARE

I carabinieri di Agrigento hanno arrestato Anna Messina, 37 anni, di Porto Empedocle, sorella dell’ex numero 2 di Cosa nostra agrigentina, Gerlandino, con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari. La donna pochi giorni fa, secondo quanto riferisce l’Italpress, è stata condannata dalla Corte d’Appello a 5 anni di carcere per concorso esterno in associazione mafiosa e per questo doveva restare nella sua abitazione. Anna Messina, invece, è uscita di casa per portare la figlia di due mesi a fare il vaccino.

Il gip Alfonso Malato, tuttavia, non ha convalidato l’arresto. La donna, arrestata una prima volta il 6 febbraio di due anni fa con l’accusa di avere smistato i pizzini con cui il fratello boss impartiva ordini e direttive, si è giustificata dicendo di avere prima avvisato i carabinieri e di avere chiesto ai giudici, attraverso il proprio difensore, l’autorizzazione a recarsi nella struttura sanitaria.

SHARE