SHARE

Sarà riesumata la salma dell’ex parlamentare agrigentino della Dc Gaetano Trincanato. La riesumazione del cadavere, prevista per venerdì prossimo, è stata disposta nell’ambito di un’inchiesta che vede adesso cinque medici indagati per omicidio colposo.
Come racconta il Giornale di Sicilia oggi in edicola, la procura della Repubblica di Termini Imerese ha iscritto nel registro degli indagati tutti i medici dell’ospedale Giglio di Cefalù che nel gennaio scorso operarono per la prima volta il politico agrigentino. Si tratta di Pierenrico Marchersa, Guido Martorana, Valentina Alaimo, Giuseppe Barranco, Antonella Pellino.
L’indagine nasce da un esposto presentato dalla figlia di Trincanato, Elena, assistita dagli avvocati Marcello Montalbano e Nino Caleca. Trincanato, 85 anni, venne operato per evitare che un polipo potesse provocare un’occlusione intestinale. Ma dopo un faticoso decorso post operatorio e un secondo intervento morì in pochi giorni.

L’ospedale Giglio, che ha disposto un’indagine interna, ha preferito al momento non replicare.

SHARE