SHARE

“Il riconoscimento dell’Igp olio Sicilia stava per naufragare. La commissione del Parlamento europeo non era convinto, troppe cultivar e territori molto diversi. Abbiamo quindi istruito nuovamente la pratica in tempi brevissimi grazie all’impegno del comitato”. Lo ha affermato l’europarlamentare Michela Giuffrida, nei giorni scorsi alla conferenza stampa di presentazione dell’Igp Sicilia per l’olio. “Il 75% dei consumatori sceglie il Made in Italy – ha proseguito l’eurodeputata del Pd – e l’olio ha un posto d’onore nella dieta mediterranea. Il futuro e’ nelle nostre mani. La strada dell’olio può essere ancora piu’ ambiziosa di quella del vino. Perché sul fronte vitivinicolo ci sono più competitor che si sono sviluppati anche prima, sull’olio abbiamo una marcia in più sotto questo punto di vista con produzione e qualità elevate”.