SHARE

E’ scattata all’aba di oggi la misura cautelare del divieto di dimora nelle province di Palermo e Trapani per Pino Maniaci, direttore dell’emittente televisiva Telejato, dalla quale lanciava i suoi attacchi alla mafia. Il “giornalista antimafia” è indagato per estorsione perchè, secondo le accuse, avrebbe chiesto soldi e agevolazioni ai sindaci di Borgetto e Partinico in cambio di una linea editoriale più morbida sull’operato delle due amministrazioni.

E’ questo uno degli effetti dell’inchiesta e di quanto emerso dalle intercettazioni eseguite dai carabinieri di Partinico, avviate nel 2012, sotto il coordinamento del capo della Dda di Palermo, Francesco Lo Voi, dell’aggiunto Vittorio Teresi e dei sostituti Roberto Tartaglia, Annamaria Picozzi, Francesco Del Bene, Amelia Luise, che hanno consentito oggi anche di sferrare un duro colpo alla mafia di Borgetto, nel Palermitano.

SHARE