SHARE

“Sono amareggiato perché la polpetta avvelenata dovevate leggerla voi con alcune riflessioni. Per notificarmi un divieto di dimora aspettano una operazione di mafia, arrestano 10 persone che con me non hanno nulla a che vedere, mi vengono a prendere di notte in televisione due capitani, come se fossi un delinquente. Mi inseriscono tra i mafiosi, da me considerati sempre pezzi di m… Qual era il fine di tutto questo bordello? Infangare Pino Maniaci e Telejato per arrivare alla chiusura” dell’emittente. A dirlo è lo stesso Pino Maniaci, ex direttore di Telejato, durante la conferenza stampa convocata dopo l’interrogatorio davanti al gip di Palermo. Accanto a lui i suoi legali, Antonio Ingroia e Bartolomeo Parrino. Ecco il video della conferenza stampa pubblicato sul canale youtube di Telejato.

SHARE