SHARE

“Oggi (9 maggio) è l’anniversario della tragica e barbara uccisione di Peppino Impastato, cui va il nostro commosso ricordo”. Così il premier Matteo Renzi, in direzione nazionale.”A Peppino e a tutte le vittime innocenti che ancora ci sfuggono, dedichiamo la nostra memoria e il nostro impegno”. Cosi’ in un tweet, Libera associazioni, nomi e numeri contro le mafie, in ricordo di Peppino Impastato che il 9 maggio del 1978, 38 anni fa, fu ucciso per mano della mafia.

“A distanza di anni dalla sua barbara uccisione, la figura di Peppino Impastato rimane un punto di riferimento per quanti hanno scelto di schierarsi contro la mafia e i suoi legami con la politica, facendo scelte di rottura senza compromessi”. Lo dichiara il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, in occasione del 38esimo anniversario della morte di Peppino Impastato per mano mafiosa. “La storia di Impastato – continua Orlando – e’, in ogni suo aspetto, emblematica della storia della Sicilia: lo e’ perche’ Peppino seppe promuovere e creare una frattura culturale e sociale nel blocco mafioso e politico che governava il suo territorio, lo e’ perche’ con tanti amici comprese l’importanza della partecipazione e della comunicazione come strumenti per smuovere le coscienze e creare vera opposizione sociale, lo e’ perche’ la sua uccisione fu l’espressione piu’ vile del legame stretto che allora univa la politica, la mafia e pezzi importanti dello Stato e delle forze dell’ordine”.