SHARE

Uomini della Direzione investigativa antimafia di Agrigento hanno coordinato l’accesso ispettivo nel cantiere per la ricostruzione del ponte sul fiume Verdura, sulla statale 115 “Sud Occidentale Sicula” tra Sciacca e Ribera. Lavori di importo pari a circa 7 milioni di euro. Il controllo, disposto dal prefetto di Agrigento Nicola Diomede, è finalizzato a prevenire le infiltrazioni mafiose nei cantieri di lavoro. L’accesso, secondo quanto riporta l’Agi, è stato effettuato in maniera tale da non ostacolare la normale attivita’ lavorativa ed ha permesso di verificare la posizione degli operai e i mezzi riconducibili all’impresa appaltante. L’assetto societario dell’impresa impegnata nel cantiere, i rapporti contrattuali, le maestranze identificate ed i mezzi individuati, saranno oggetto di accertamenti e riscontri al fine di rilevare criticita’ legate ad eventuali condizionamenti da parte della criminalita’ organizzata.