SHARE

“Oggi Verbumcaudo torna alla collettivita’. Vince la legalita'”. Lo ha detto il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, a Polizzi Generosa, nel palermitano, dove e’ avvenuta la consegna del feudo Verbumcaudo al “Consorzio Madonita per la legalita’ e lo sviluppo”. Una cerimonia si e’ tenuta alla presenza del sindaco e di alcuni primi cittadini dei comuni che fanno parte del Consorzio: Alimena, Blufi, Bompietro, Campofelice di Roccella, Castellana Sicula, Caltavuturo, Gangi, Geraci Siculo, Lascari, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Pollina, San Mauro Castelverde, Scalfani Bagni, Scillato, Valledolmo. La cerimonia di consegna del bene confiscato alla mafia, per anni in mano alla famiglia mafiosa dei Greco, segue di qualche giorno la firma dell’atto concessorio, avvenuta il 6 maggio scorso presso la Presidenza della Regione siciliana. Un percorso che ha avuto inizio nel 2015 quando il consorzio Madonita ha richiesto l’assegnazione del bene al presidente della Regione. Il Segretario generale di Palazzo d’Orleans ha cosi’ istituito un tavolo tecnico volto a definire le modalita’ operative per il trasferimento del bene al Consorzio.
“Sottrarre un bene alla mafia e consegnarlo alla comunità è un momento solenne. Oggi si restituisce al territorio un luogo che sarà un’occasione di sviluppo per l’economia locale e che potrà portare occupazione e benessere, oltre che sarà un simbolo per tutta la comunità”. Lo ha detto Magda Culotta, sindaco di Pollina (Palermo) e deputato del Pd, commentando la consegna del Feudo Verbumcaudo, confiscato al boss Greco, al Consorzio madonita per la legalità e lo sviluppo. “Mi auguro – ha concluso Magda Culotta – che da oggi in poi il Feudo possa essere visto come un luogo di riscatto, in cui la legalità farà da fondamenta per un nuovo inizio”.