SHARE

I soldi, anticipati dalla Regione siciliana, ossia un milione e 200 mila euro, stanno per finire. I 120 lavoratori a tempo determinato del Libero consorzio comunale di Agrigento (ex Provincia) rischiano la rescissione del contratto, secondo quanto si apprende dal Giornale di Sicilia oggi in edicola. Nuova, animata, assemblea – ieri mattina – nell’aula Giglia dell’ormai ex Provincia regionale, al termine della quale è stato proclamato l’ ennesimo stato di agitazione dei dipendenti sia di ruolo che precari.

Se per gli impiegati di ruolo continua a parlarsi di mobilità o prepensionamento, per i lavoratori a tempo determinato non sembra più esserci tempo di semplici parole. A fine giugno i loro contratti che in teoria dovrebbero scadere a fino anno – rischiano di essere rescissi per mancanza di soldi.

SHARE