SHARE

Oltre 300 persone, in prima fila donne e bambini, stanno sfilando in corteo lungo le strade di Licata per chiedere di bloccare le demolizioni degli immobili abusivi, disposte dalla Procura di Agrigento e in corso d’esecuzione da parte del Comune. I manifestanti, composti per la maggior parte dagli ex proprietari degli immobili acquisiti al patrimonio comunale come racconta l’Ansa, sono partiti da via Campobello e al momento protestano dinanzi al municipio. Non si registrano disordini, ma il corteo viene monitorato da polizia e carabinieri. A Licata sono oltre 500 le villette, seconde case per la maggior parte, che compongono l’elenco degli stabili da demolire. Al momento, dopo l’aggiudicazione della gara d’appalto del Comune, ne sono state rase al suolo 15. A causa delle demolizioni, il sindaco Angelo Cambiano ha subito l’incendio della casa di campagna del padre ed e’ sotto scorta da una settimana.

SHARE