SHARE

I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, diretta da Giovanni Minardi, hanno denunciato per la seconda volta G.R., quarantottenne agrigentino, il quale è stato querelato da due diverse donne per stalking. Le persone offese, estranee tra loro, hanno raccontato di essere perseguitate da G.R., il quale,non accettando la fine delle relazioni sentimentali intraprese prima con una e poi con l’altra donna, avrebbe importunato insistentemente le ex compagne, con messaggi, telefonate e seguendo le stesse fino a casa.
G.R., al fine di ottenere un riavvicinamento, avrebbe inoltre intimorito una delle due donne, sparando colpi di armi da fuoco nei pressi dell’abitazione di questa, vestito da cow boy e facendo poi trovare alla stessa delle cartucce inesplose, in una busta lasciata nella buca delle lettere. Gli episodi per i quali G.R. è stato denunciato alla Procura della Repubblica, viene spiegato in una nota della Questura, risalgono a qualche mese fa ma, recentemente, lo stalker ha ripreso il suo atteggiamento persecutorio nei confronti di entrambe le donne. Da qui, la seconda denuncia da parte del personale della III Sezione della Squadra Mobile,specializzato nell’espletamento delle indagini penali riguardanti la cosiddetta violenza di genere. Ulteriori episodi analoghi nei confronti di una delle due donne,se colti in flagranza, determineranno l’arresto del responsabile, secondo quanto previsto dalla modifica normativa attuata con la legge sul “femminicidio”, entrata in vigore nell’ottobre del 2013, che ha previsto ulteriori ipotesi di arresto.

SHARE