SHARE
535068757

E’ ancora piuttosto vaga la realtà della celiachia in Italia. Si stima che, a fronte dei circa 175.000 pazienti diagnosticati a oggi, ci siano oltre 400.000 persone che non sanno ancora di essere celiache. Dunque il problema riguarda poco meno di 600.000 persone, che in due casi su tre non sanno di averlo. E’ quanto emerso da una ricerca presentata ieri a Roma in un incontro all’Istituto superiore di sanità nell’ambito Settimana nazionale della celiachia, iniziativa dell’Associazione italiana celiachia Onlus, patrocinata da Andid-Associazione nazionale dietisti, per informare e sensibilizzare il pubblico sulla patologia.

Se meno del 30% dei celiaci è diagnosticato, gli altri mettono a rischio ogni giorno la loro salute, esponendosi a gravissime complicanze, che minano la salute dei pazienti e gravano fortemente sulla spesa sanitaria pubblica. E secondo Aic la moda del senza glutine, per la quale si è addirittura arrivati a coniare il termine glutenfobia, può portare a mancate diagnosi o a ritardi nelle stesse.

Da recenti indagini sui consumatori risulta che un italiano su 10 ritiene che la dieta gluten free sia più salutare e che 3 su 10 pensano che faccia dimagrire. False credenze smentite da gastroenterologi e nutrizionisti. Ma anche convinzioni che possono portare a conseguenze negative per la salute. Chi si mette a dieta senza glutine senza una diagnosi precisa, infatti, rischia di vanificare la possibilità di scoprire se la celiachia sia la vera causa dei suoi malesseri.

SHARE