SHARE

Sempre più rovente il clima della campagna elettorale empedoclina. Tra comizi, scontri e polemiche infuocate c’è il rischio che possa finire in rissa: sarebbero state “messe le mani addosso” alla candidata dal sindaco del Movimento 5 stelle, Ida Carmina, come comunica lei stessa su Facebook spiegando di aver denunciato il fatto all’autorità di pubblica sicurezza.

Ecco il post-denuncia di Ida Carmina sul social network:

“Ritengo che la campagna elettorale a Porto Empedocle stia degenerando. Quando ero bambina c’era un ritornello che dicevamo quando qualcuno offendeva con cattiverie false ed espressione di malvagità gratuita: “la parola maledetta resta in bocca a chi l’ha detta..l’hai detta tu e ci resti tu..”. Noi pretendiamo che il confronto dei cittadini si svolga in modo onesto e corretto e siamo contro ogni forma di offesa personale e le campagne denigratorie piene di falsità di carattere personale. La trasparenza e la democrazia, il confronto con i cittadini non hanno nulla a che fare con la disonestà dei comportamenti ed il modo in cui viene svolta attualmente la campagna elettorale a Porto Empedocle. Nulla ha a che fare col dibattito politico e la divergenza di idee, anche veemente, col confronto con i cittadini. Ma quando la politica degenera e diviene solo una MACCHINA DEL FANGO, INFARCITA DI FALSITA’, che agita gli animi proprio impedendo il corretto confronto democratico, alterando i rapporti tra le persone, conducendo all’odio personale, sino a condurre una persona ritenuta perbene a mettere le MANI ADDOSSO AD UNA DONNA, peraltro CANDIDATO A SINDACO, IN PIENA PIAZZA DAVANTI A NUMEROSI TESTIMONI , ritengo che essa vada riportata nei giusti limiti. Qualcuno mi ha detto : “questa volta ti hanno strattonato per un braccio ed eravamo in tanti ..e se le prossima ti trovi sola e fanno qualcosa di peggio?”. Questo è solo l’ultimo episodio di una serie di incresciose forme intimidatorie e di più o meno “velate minacce” . Abbiamo ritenuto quindi di informare le Autorità di Pubblica Sicurezza dell’accaduto, chiedendo una maggiore vigilanza e di predisporre strumenti adeguati perchè la campagna elettorale possa svolgersi nella serenità. Intendiamo chiedere maggiore attenzione investigativa su queste elezioni, ci sono stati troppi scandali e ci sono ancora troppe inaccettabili zone d’ombra. Tanto dovevo per la trasparenza che ci contraddistingue e perchè niente scalda gli animi quanto la menzogna e la mancanza di verità”.

SHARE