SHARE

Da quando la sua foto in braccio a Pietro Bartolo, medico di Lampedusa, è andata su tutte le tv e sui siti, è scattata una vera e propria gara di solidarietà per adottare la piccola Favour, la bambina di appena nove mesi, arrivata ieri mattina da sola a Lampedusa, dopo avere perso la sua mamma nella traversata. Sono decine le chiamate “arrivate da tutta Italia e anche dall’estero”, come spiega lo stesso Bartolo all’Adnkronos, per chiedere di potere avere in affidamento o addirittura di potere adottare la piccola. La bambina, intanto, domani mattina verrà trasferita in aereo da Lampedusa a Palermo dove sarà ospitata in una comunità per minori.

bimbalampedusa“Sta benissimo nonostante tutto, com’è bella! Sono stata con lei ieri finché è rimasta al poliambulatorio, fino alla fine dell’elitrasporto delle persone ustionate gravemente, circa undici su venti”. Lo ha detto al Giornale di Sicilia il sindaco, Giusi Nicolini, emozionata per la storia di Favour, la piccola nigeriana di nove mesi approda ieri da sola a Lampedusa dopo aver perso la mamma, peraltro incinta del secondo figlio, durante la traversata nel Canale di Sicilia per gravi ustioni da carburante.

“In questo momento – ha spiegato il sindaco – la bimba è al centro d’accoglienza, coccolatissima da tutte le operatrici e le dottoresse dell’Inmp. Oggi viene la responsabile della questura a prelevarla per portarla in comunità. Appena il giudice dei minori la dichiarerà adottabile, sarà adottata. Ma da subito sarà data in affido. Quando sono neonati, i bimbi sono paradossalmente più fortunati, perché vengono adottati più facilmente”. Il primo cittadino ha chiesto di poter rivedere la piccola migrante in municipio prima della partenza per poterla salutare a nome della comunità lampedusana.