SHARE

Sit-in di protesta degli ex proprietari degli immobili abusivi da radere al suolo a Licata (Ag), che si sono radunati davanti alla prefettura di Agrigento. Fra i manifestanti anche l’avvocato ambientalista Giuseppe Arnone, che in una nota rilanciata dall’Ansa ha dichiarato: “Il Comune impedisce l’accesso agli atti del procedimento, ostacolando il diritto alla difesa da parte dei cittadini”. A Licata, al momento, le ruspe della ditta aggiudicataria, la “Patriarca” di Comiso (Rg), sono ferme. Martedi’ si terra’ l’udienza al Tar, dopo il ricorso presentato da tre ex proprietari.
Il prefetto Nicola Diomede, ha incontrato una delegazione del comitato di ex proprietari di immobili abusivi di Licata, quelli per cui in base a sentenze passate in giudicato si dovra’ procedere a demolizione. I manifestanti reclamano, da parte del Comune di Licata, il rispetto delle norme in materia di diritto d’accesso alla documentazione delle demolizioni. “Il prefetto – ha scritto Arnone dopo l’incontro – si e’ impegnato a garantire il diritto all’accesso”.

SHARE