SHARE

Ieri il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giorgio Toschi, alla sua prima visita ai Reparti del Corpo dopo l’assunzione dell’incarico avvenuta il 25 maggio, ha fatto visita ai militari di stanza a Lampedusa.
L’alto ufficiale ha così voluto rendere omaggio, viene spiegato in una nota, ”alle più avanzate Fiamme Gialle, ai confini dell’Unione Europea”, manifestando il suo ”più vivo apprezzamento” per questi uomini quotidianamente impegnati, ormai da anni, nella vigilanza dei confini europei e nel contrasto del traffico di esseri umani realizzato dalle organizzazioni criminali operative sull’altra sponda del Mediterraneo .
Il Generale Toschi si è recato presso i due Reparti della Guardia di Finanza situati sulla maggiore delle isole Pelagie, la Brigata e la 2° Sala di Controllo Operativo, la prima deputata allo svolgimento di compiti più propriamente territoriali, e la seconda competente sulle operazioni aeronavali nel Canale di Sicilia anche per quanto riguarda le attività svolte a favore dell’Agenzia europea Frontex, per la quale coordina le attività operative alle frontiere esterne degli Stati membri .
Successivamente si è recato presso il molo Favaloro, ove ha salutato gli equipaggi delle unità navali facendo altresì il punto, a bordo del pattugliatore multiruolo “Monte Sperone”, sulla situazione del fenomeno migratorio nel primo semestre dell’anno .
Il Generale Toschi era accompagnato dal Comandante del Comando Aeronavale, Generale di Divisione Fabrizio Cuneo, dal Comandante Regionale della Sicilia, Generale di Divisione Ignazio Gibilaro, e dai responsabili lampedusani delle Fiamme Gialle, Tenente Leonardo Gnoffo e Maresciallo Aiutante Rocco Maccarone, da anni impegnati fianco a fianco nello svolgimento dei delicatissimi compiti affidati ai rispettivi Reparti .
Il Comandante Generale, subito dopo il suo arrivo, ha voluto incontrare il personale, al quale ha espresso apprezzamento, gratitudine ed affetto per il sacrificio profuso quotidianamente nell’espletamento del servizi istituzionali a favore della popolazione lampedusana, della nazione e dell’Unione europea .
Successivamente ha preso parte, unitamente al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed alle altre Autorità presenti, alla cerimonia di inaugurazione del Museo Archeologico dell’isola e della mostra “Museo della Fiducia e del dialogo per il Mediterraneo” .