SHARE
Nino Mauceri

E’ stata convocata per il 20 giugno alle ore 18:30 la prima seduta del nuovo consiglio comunale di Montevago. All’ordine del giorno il giuramento dei consiglieri comunali eletti e del neo sindaco Margherita La Rocca Ruvolo, nonché l’elezione del presidente e del vice presidente del consiglio. Come presidente del consiglio comunale dovrebbe essere eletto Nino Mauceri, tra i “dissidenti” del Pd, primo degli eletti alle elezioni del 5 giugno scorso.

E mentre si resta in attesa dell’insediamento del nuovo consiglio comunale, a proposito di Pd, si continua a registrare a una settimana dal voto il “silenzio assordante” del deputato nazionale del Pd Tonino Moscatt che vive nella città termale dove ha condotto una durissima battaglia contro Margherita La Rocca Ruvolo non solo sul piano politico ma anche sul piano personale.  Dopo cinque comizi al fulmicotone, ancora nessun commento a proposito del risultato di Montevago – ma anche di Porto Empedocle e Favara – sulle bacheche facebook sempre attive del giovane deputato dem “delfino” del “barone rosso” di Bivona e vice capogruppo del Pd all’Ars Giovanni Panepinto. Moscatt, tra i “miracolati” dem giunti alla Camera dei Deputati, si è molto probabilmente “accanito” oltre misura su Margherita La Rocca Ruvolo temendo di perdere consensi nella città termale e dintorni in vista delle prossime elezioni regionali o politiche dove stavolta, con l’Italicum, sono previste le preferenze. A quanto pare, anche dopo le elezioni, nessun gesto di “galateo istituzionale” da parte di Moscatt – che ancora si lecca le ferite – nei confronti del nuovo sindaco di Montevago al quale non ha formulato nemmeno gli auguri di buon lavoro per la città termale.

SHARE