SHARE

Un viaggio in treno fra storia e letteratura nell’incantevole paesaggio che va dalla Valle dei Templi alla Scala dei Turchi, passando per la casa di Luigi Pirandello e la Vigata del Commissario Montalbano nato dalla penna di Andrea Camilleri. Sarà attivo per tutta l’estate 2016 il “Treno storico della Scala dei Turchi” al servizio di visitatori e turisti. L’iniziativa, promossa da Fondazione Fs Italiane in collaborazione con l’associazione culturale Ferrovie Kaos, sarà presentata nei prossimi giorni in una conferenza stampa alla presenza, tra gli altri, degli assessori regionali al Turismo e alle Infrastrutture Anthony Barbagallo e Giovanni Pistorio e della deputata del Pd Maria Iacono, prima firmataria del ddl sull’istituzione delle Ferrovie Turistiche.

trenostroicoDunque, dopo il successo dell’evento riscosso nelle scorse settimane, quando per la prima volta è stata offerta ai partecipanti la possibilità di raggiungere in treno da Palermo la Scala dei Turchi, anche durante tutta la stagione estiva – ogni sabato e le prime domeniche del mese – sarà possibile fare un viaggio nella storia tra i templi dorici, il giardino della Kolymbetra e la scogliera di marna candidata a diventare patrimonio dell’umanità con il sigillo dell’Unesco. Per informazioni e prenotazioni consultare il sito www.ferroviekaos.it o contattare il presidio di Fondazione Fs Italiane al numero 3138719696. Il viaggio si svolgerà su un treno storico con carrozze del tipo “centoporte” anni ’30 con servizio a bordo. Le guide turistiche illustreranno ai partecipanti le attrattive storiche, artistiche, monumentali e paesaggistiche del territorio. Spazio anche all’enogastronomia con la degustazione in treno dei prodotti e vini tipici del territorio. Da Agrigento – dove saranno previste coincidenze con i treni regionali provenienti da Palermo – si andrà alla stazione di Porto Empedocle Succursale, poi è previsto trasferimento in bus gran turismo alla Scala dei Turchi luogo simbolo di bellezza e legalità sulla costa agrigentina dopo l’inaugurazione nei giorni scorsi del belvedere realizzato dal Fai in collaborazione con l’amministrazione comunale nel luogo in cui qualche mese fa fu demolita una casa abusiva.

treno valle“Si tratta di una grande opportunità per l’economia turistica dell’Agrigentino, visto che la ferrovia dei templi rappresenta un’attrazione che porterà nel nostro territorio migliaia di turisti provenienti da tutta la Sicilia e non solo”, ha detto la deputata Maria Iacono al Giornale di Sicilia. “In particolare – ha aggiunto – i titolari delle strutture ricettive possono proporre questo interessante prodotto che aggiunge valore all’offerta complessiva rivolta ai turisti. Un plauso all’iniziativa di Fondazione Fs Italiane e Ferrovie Kaos che, insieme, stanno offrendo un servizio turistico d’eccellenza che incarna perfettamente – ha sottolineato la parlamentare agrigentina – lo spirito della nostra proposta di legge sull’istituzione delle Ferrovie Turistiche, che vede nella ferrovia che dai templi arriva fino a Scala dei Turchi, grazie alla riapertura della stazione di Porto Empedocle dopo 38 anni di inattività, un ulteriore passaggio che va nella direzione del consolidamento dell’offerta turistica ferroviaria del nostro Paese partendo proprio dalle straordinarie bellezze del nostro territorio”.