SHARE
Pietro Casola tra piante di Aloe a Torre Salsa

La “pianta dei miracoli” mette radici a Torre Salsa: una nuova piantagione di aloe si affaccia sul mare africano tra Siculiana e Montallegro, nell’oasi di riproduzione faunistica confinante con la riserva naturale gestita dal Wwf. Qui i ragazzi dell’associazione onlus Sagace hanno piantato 1.500 piante di aloe che – trasformate in succhi, frullati, bevande, “paté” e creme – poi si bevono, si mangiano e si spalmano per usi salutistici. “C’è davvero tanta richiesta rispetto a quello che al momento riusciamo a produrre. Ci arrivano richieste da diverse province della Sicilia ma anche dal nord Italia”, racconta al Giornale di Sicilia Pietro Casola, infermiere di Cattolica Eraclea, presidente dell’associazione “Sagace”, divenuta punto di riferimento nell’Agrigentino.
C’è chi è convinto che sia “l’elisir di lunga vita”, chi parla dei suoi presunti effetti afrodisiaci definendolo come una sorta di “Viagra naturale”. Di certo c’è che l’aloe – le cui proprietà benefiche sono molteplici e conosciute fin dai tempi antichi, dalla prevenzione del cancro, ai benefici per l’apparato digestivo fino ad essere un ottimo antisettico e antivirale – in Sicilia cresce che è una meraviglia. Anche diversi imprenditori del nord hanno già messo le mani su centinaia di ettari di terre siciliane sfruttando le favorevoli condizioni climatiche dell’isola che rappresenta l’habitat ideale per questa particolare pianta, molto diffusa dalle isole Canarie alle Mauritius, oltre che in molti paesi dell’Africa e del sud America.

“Coltiviamo attualmente 1.500 piante nella zona di Torre Salsa dove puntiamo nel giro di due anni a decuplicare la produzione arrivando fino a 15.000 tra aloe Vera e aloe Arborescens. Prepariamo creme, succhi di frutta, frullati per i nostri associati. In tre anni di attività – spiega – siamo già più di duecentocinquanta tesserati. Complessivamente una cinquantina di litri al mese il succo di aloe Vera che riusciamo a produrre e più di venti kg di frullato con aloe Arborescens”. Gli associati ogni mese possono prenotare i prodotti di aloe e nello stesso tempo partecipare ad incontri ad hoc per imparare a realizzarli; per iscriversi all’associazione onlus Sagace è possibile chiamare al numero 3206707753.