SHARE

Durante le vacanze più di sei stranieri su dieci fanno shopping di cibo che viene acquistato nel 39% dei casi proprio nei mercati di strada che rappresentano la forma di vendita più genuina per i turisti. Il dato è emerso nello studio “Cibo di strada tra rischi ed opportunità” ripreso da Coldiretti Agrigento che anche quest’anno ha modificato la sede dei mercati di Campagna amica.
“Dalle città al mare per dare l’opportunità reale a chi passa le vacanze in provincia di conoscere e portare a casa le specialità agrigentine”, sottolinea il direttore Giuseppe Miccichè. “I turisti italiani e stranieri – aggiunge – vogliono gustare i prodotti della tradizione locale che sono la vera forza della vacanza made in Italy, conquistata con la distintività, la biodiversità e il legame con il territorio. All’omologazione produttiva si contrappone un ventaglio di sapori unici che rendono Agrigento famosa nel mondo”.
Secondo le elaborazioni di Coldiretti sullo studio “In viaggio attraverso l’Italia” di Confimprese, il “food shopping” riguarda il 62% degli stranieri e batte negli acquisti i tradizionali souvenir (50%), l’abbigliamento (48%) e l’artigianato (25%).