SHARE

“Oggi mi sono recata per un sopralluogo nei cantieri della SS640 Agrigento-Caltanissetta.
Manteniamo gli impegni assunti di fronte ai cittadini siciliani. Siamo stati qui per seguire lo stato di avanzamento dei lavori e perché si rispettino i tempi rispondendo a due esigenze: la sicurezza e lo sviluppo. Questa sarà un arteria più sicura, rappresenterà una infrastruttura fondamentale per le imprese ma soprattutto per i cittadini siciliani che non sono cittadini di serie B. Nessun governo prima di questo ha dato così tanto alla Sicilia. Le polemiche che hanno preceduto la mia visita a questo cantiere sono strumentali e prive di verità e le percentuali sullo stato di avanzamento dei lavori lo confermano”.
Lo ha scritto su Facebook il sottosegretario alle Infrastrutture Simona Vicari.

“La nuova infrastruttura ammodernata – ha aggiunto – rispetterà tutti gli standards definiti dalla Convenzione di Vienna sulla Circolazione Stradale e pertanto, può essere classificata, ad ogni effetto, “Autostrada”. Obiettivi primari sono: Assicurare adeguate risposte alla rilevante domanda di mobilità generata dai diversi flussi di traffico che interessano importanti centri di attrazione turistica nella zona meridionale della Sicilia. Migliorare e regolamentare il traffico locale su una viabilità complanare secondaria raccordata all’arteria principale con svincoli sfalsati. Valorizzare attraverso l’adeguamento infrastrutturale le potenzialità di sviluppo locale. Garantire le migliori condizioni di integrazione e di inserimento dell’infrastruttura nel territorio e nell’ambiente. Avvicinamento del sud Sicilia agli assi prioritari inclusi nella lista dei TEN (Trans European Network).

Il cantiere oggetto della visita – ha spiegato il sottosegretario sul social network – riguarda il secondo lotto del raddoppio a carreggiate separate con due corsie per senso di marcia della SS 640 tra Agrigento e Caltanissetta, ovvero dal km 44+400 fino allo svincolo con la A19 Palermo – Catania.

L’intervento rappresenta il completamento dell’intero itinerario Agrigento – Caltanissetta il cui I lotto, di circa 28,6 km, è praticamente quasi completo e già aperto al traffico.

L’opera è attualmente riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.

La nuova infrastruttura ammodernata (S.S. 640) avrà caratteristiche di sezione di Strada extraurbana principale con carreggiate separate (ciascuna costituita da due corsie per senso di marcia da 3,75 m, banchina esterna da 1,75 m e banchina interna da 1,25 m, spartitraffico di 2,50 m), velocità di progetto comprese tra 70 e 120 km/h, l’eliminazione degli innesti e delle intersezioni a raso, la realizzazione di svincoli, l’inserimento di piazzole di sosta dislocate lungo l’intero percorso nonché una nuova configurazione geometrica sotto il profilo plano altimetrico.

Il secondo lotto, con uno sviluppo totale di 28,2 km, prevede la realizzazione di 6 svincoli (Serradifalco, Delia-Sommatino-Caltanissetta Sud, Caltanissetta Nord, SS 626 e A19), nuovi e in adeguamento a quelli già esistenti, che collegano il territorio alla nuova arteria stradale grazie ad una estesa rete complementare necessaria per la riconnessione alla viabilità esistente e di accesso a tutti gli insediamenti di tipo residenziale e produttivo.

Stato avanzamento lavori:

Al 31 marzo 2016, risultava il seguente stato di avanzamento:
– lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”, avanzamento lavori del 95%, ultimazione gennaio 2017;
– lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, avanzamento lavori del 45%, ultimazione 2018.