SHARE

Nel 2015 gli automobilisti della Sicilia hanno speso 1.556 milioni di euro per le attivita’ di manutenzione e riparazione delle loro auto, pari al 5,5% dei 28,4 miliardi spesi a livello nazionale. Questi dati emergono da uno studio dell’Osservatorio Autopromotec, che e’ la struttura di ricerca di Autopromotec, la piu’ specializzata rassegna espositiva internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico. La Sicilia, secondo lo studio rilanciato dall’agenzia di stampa Italpress, si colloca all’ottavo posto della graduatoria nazionale per regioni in base alla spesa per manutenzione e riparazione del proprio parco auto composto da 3.169.439 autovetture. La provincia siciliana che registra la spesa piu’ alta per la manutenzione e le riparazioni di auto eseguite nel 2015 e’ Catania, con 369 milioni. Poco piu’ distanziate seguono le province di Palermo con 357 milioni, Messina con 214 milioni, Siracusa con 149 milioni, Trapani con 129 milioni, Agrigento e Ragusa con 112 milioni, Caltanissetta con 70 milioni ed Enna con 44 milioni. A livello nazionale, nel 2015, gli italiani hanno speso 28,4 miliardi di euro per le attivita’ di manutenzione e riparazione delle loro autovetture. Rispetto al 2014, quando la spesa si era attestata a 27,1 miliardi, vi e’ stata una crescita del 4,8%. Si tratta dell’incremento maggiore dal 2008, ovvero da quello che e’ comunemente considerato l’anno di inizio della crisi. Le ragioni che hanno determinato, secondo lo studio, la crescita della spesa per la manutenzione e le riparazioni di auto sono diverse. Innanzitutto, vi e’ da considerare l’aumento dei prezzi per la manutenzione e le riparazioni che, secondo l’Osservatorio Autopromotec, e’ stato dell’1,2% (stima effettuata sulla base di una media ponderata dell’indice Istat del prezzo per la riparazione, di quello per la manutenzione e di quello per i pezzi di ricambio e accessori).

SHARE