SHARE

Si riaccendono le polemiche sul nudismo nella spiaggia del “Casello 41”, tra Menfi e Selinunte, in un tratto di litorale all’interno della riserva naturale della Foce del Belice. Nei giorni scorsi è spuntato un cartello con il logo della Regione siciliana e l’intestazione della riserva naturale della foce del Belice che appare come una sorta di “divieto” di naturismo. “Questa – si legge nel cartello – non è una spiaggia naturista. Pertanto stare nudi pubblicamente è un reato perseguibile per legge”.

Di diverso avviso, il presidente di Sicilia Naturista Marcello Festeggiante che ritiene il cartello “illegittimo”. “Difatti il naturismo sul tratto di litorale in questione (la zona che ricade all’interno della riserva della foce del Belice, nel tratto oltre il Paradise Beach Hotel in direzione est) è perfettamente legale. Tale certezza – secondo Festeggiante – deriva dalle seguenti considerazioni di carattere normativo: la legge italiana non vieta espressamente il nudismo; l’articolo 726 del codice penale vieta genericamente gli atti contrari alla pubblica decenza. Il naturismo non costituisce una violazione dell’art. 726 (atti contrari alla pubblica decenza)  in quanto il naturista “sta” nudo e trovandosi in uno “stato” non compie alcun “atto” ed è agli “atti” che l’articolo 726 si riferisce. Ciò è stato dimostrato dalla sentenza della Corte di Cassazione n. 1765 del 2000.

Il fatto che la spiaggia in questione ricada all’interno del novero di quelle indicate nella sentenza (spiaggia riservata ai naturisti o da essi solitamente frequentata… è provato da una serie di fatti incontrovertibili: a presenza dei primi naturisti nella spiaggia “casello 41” risale agli anni 60, ed è un fatto risaputo dalla gente del luogo; testimonianze ufficiali, più recenti, sono presenti su siti internet e su pubblicazioni mezzo stampa”. Non è stato possibile ancora avere la replica del direttore della riserva naturale della Foce del Belice.

Intanto, a proposito di nudismo, l’Unione naturisti siciliani guidata da Lorenzo Rosso esprime soddisfazione sul proprio sito web per l’inaugurazione della prima spiaggia naturista in Sicilia, a Gela. “Continueremo ad interagire con l’amministrazione comunale per un reale sviluppo di un tratto di costa abbandonato da troppi anni”.