SHARE

Una vetrina sul mercato cinese per le aziende vitivinicole siciliane. E’ questo l’obiettivo di ‘E-Marco Polo’, il progetto presentato ieri a Palermo e realizzato in partnership da UniCredit. L’iniziativa dà seguito al ‘Memorandum of Understanding’ (MOU) che il governo italiano ha siglato nel giugno 2014 con il Gruppo Alibaba al fine di promuovere il Made in Italy su Tmall, il più grande portale B2C e-commerce in Cina. Presenti i rappresentanti delle associazioni di categoria Assovini Sicilia e Consorzio di Tutela Vini Doc Sicilia e di alcune delle principali aziende vinicole siciliane.
Il progetto, a cui partecipa anche il Gruppo Cremonini che coordinerà la logistica, ha l’obiettivo – spiega una nota – di creare una piattaforma B2C di servizi end-to-end per un accesso facile, veloce ed economicamente vantaggioso delle imprese italiane al mercato on-line cinese. Ciò si realizza attraverso un network di operatori altamente qualificati per la gestione dei servizi logistici e di marketing e con una partnership con Alibaba per creare, gestire e promuovere la Vetrina Italia su Tmall.
‘E-Marco Polo’ permetterà alle aziende vinicole siciliane, che intenderanno avvalersi di tale strumento, di vendere il proprio prodotto direttamente ai consumatori cinesi senza avere una presenza fisica nel paese. “Il mercato dei vini importati in Cina può rappresentare per le imprese vinicole siciliane un mercato estremamente importante per la loro crescita – ha affermato Sebastiano Musso, Regional Manager Sicilia di UniCredit – Questa iniziativa intende supportare le aziende siciliane nello sbarco nel mercato cinese con una piattaforma in grado di fornire un supporto concreto nel loro percorso di internazionalizzazione”.

SHARE