SHARE

Già da qualche giorno atterrato in Burundi l’ex presidente della Regione Siciliana, Totò Cuffaro, presta la sua opera di medico volontario presso l’ospedale Cimbaye Sicilia dove oggi ha fatto nascere una bimba. Emozione condivisa con un breve video pubblicato sul profilo Instagram CuffaroBurundi, dovel’ex governatore racconta la sua nuova vita in Africa dopo il periodo di detenzione nel carcere di Rebibbia, dove ha scontato dal 2011 una condanna per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra.

Ad accompagnare il video di Cuffaro con la bimba appena nata, uno stralcio della “Lettera a un bambino mai nato” di Oriana Fallaci: “Ti chiederò solo di sfruttare bene il miracolo d’essere nato, di non cedere mai alla viltà. È una bestia che sta sempre in agguato, la viltà. Ci morde tutti, ogni giorno, e son pochi coloro che non si lasciano sbranare da lei. In nome della prudenza, in nome della convenienza, a volte della saggezza…”.

 

cuffarosIntanto, Cuffaro lancia un appello per le adozioni a distanza. “Ho letto su Repubblica Palermo di oggi, l’editoriale di Pippo Russo, persona semplice ed equilibrata che ho sempre stimato. Esorto anche lui, come ho già fatto con tutti i miei amici e sto facendo con quanta più gente possibile, ad adottare a distanza uno dei tanti bambini dell’orfanotrofio di Mubanza, al confine fra il Burundi e il Ruanda, dove attualmente mi trovo”. Così l’ex presidente della Regione Siciliana, dall’Africa dove si trova come volontario, commenta quanto pubblicato oggi dal quotidiano.

SHARE