SHARE

“Presso la sede provinciale del Partito Democratico si è tenuto un incontro del coordinamento dei segretari dei circoli agrigentini. Nel corso della riunione, coordinata dal segretario provinciale Peppe Zambito e dal resp. organizzazione Silvia Licata, è emersa la situazione di disagio che attraversa il PD anche nella nostra provincia, in particolare la difficoltà di essere partito di governo, regionale e nazionale, e al contempo punto di riferimento dei cittadini.
E’ stato un dibattito aperto – si legge in una nota del Dipartimento Comunicazione del Pd Agrigento – dal quale è emersa la necessità che i circoli, luoghi di ascolto del territorio, insieme alla segreteria provinciale rafforzino il proprio ruolo attraverso un’elaborazione politica più incisiva, su i temi di maggiore attualità, e avviare un vero confronto con quanti, nel partito, rivestono ruoli di responsabilità a livello regionale e nazionale.
In primo luogo è stato affrontato il tema dei rifiuti, ritenendo non più accettabile lo stato di precarietà nella gestione, con la schizofrenia di proposte diverse a giorni alterni e con l’incapacità di un progetto definito con tempi certi. La mancanza di una vera programmazione di questi anni si ripercuote in modo grave sulle amministrazioni comunali e di conseguenza su i cittadini che sono costretti a pagare in modo esoso un servizio scadente.
In provincia di Agrigento la chiusura della discarica di Siculiana ha comportano enormi disagi sia da un punto di vista ambientale che economico. Una situazione assolutamente prevedibile, che rischia di compromettere la stagione turistica. Sono necessari interventi strutturali, non si può continuare con soluzioni tampone che semplicemente rimandano il problema.
Inoltre, il coordinamento dei segretari dei circoli e la segreteria provinciale, hanno espresso solidarietà al Sindaco di Campobello di Licata, Giovanni Picone, che si è dimesso dal consiglio di amministrazione della SRR EST Agrigento, dato che l’organismo, nella scelta del Presidente, ha disatteso le indicazioni dell’assemblea dei Sindaci. Un atteggiamento che ci preoccupa e che dovrebbe portare all’azzeramento dell’intero consiglio di amministrazione consentendo un dibattito che privilegi i contenuti e che chiarisca in modo trasparente le politiche da adottare nella gestione dei rifiuti nella nostra provincia.
Per definire un percorso che affronti in modo serio la questione rifiuti in provincia, a breve, la segretaria provinciale, convocherà un incontro con gli amministratori PD e i dirigenti locali, per la definizione di un documento da sottoporre all’attenzione del partito e della giunta regionale”.

SHARE