SHARE

Lola Ponce, Vittorio Matteucci e Graziano Galatone. Ovvero Esmeralda, Frollo e Febo. Esattamente come 14 anni fa, quando Notre Dame de Paris arrivò per la prima volta nella Valle dei Templi nell’estate del 2002. I tre protagonisti, quelli della prima edizione del musical di Cocciante, sono stati ad Agrigento martedì mattina per incontrare giornalisti e fan al porticciolo turistico di San Leone, l’inedita location del Teatro Valle dei Templi che quest’anno si trasferisce, per l’indisponibilità dell’area di fronte casa Sanfilippo, nel cuore del lido balneare agrigentino. Notre Dame de Paris andrà in scena al porticciolo turistico il 28, 29 e 30 luglio prossimi. «Dico semplicemente che via amo – ha detto Lola Ponce ai suoi ammiratori, tra selfie e dirette Facebook. Ho Agrigento nel cuore da sempre, per il calore della gente, per lo straordinario paesaggio, per il cibo e anche perché la mia migliore amica, Clizia Incorvaia, è vostra conterranea». «Non ci saranno i templi – ha detto Graziano Galatone – ma questo scenario è davvero incantevole oltre ad essere assolutamente innovativo. Una location che sa di estate come nelle migliori località marittime, un panorama che invoglia da subito a fare un giro in barca. Contiamo sul calore del pubblico agrigentino per vivere tre notti di assoluta magia. Notre Dame de Paris è ormai entrato nella storia dell’opera moderna Made in Italy. Nonostante siano passati 14 anni, riscoprirlo ha un sapore unico, soprattutto per le nuove generazioni che conoscono questo spettacolo soltanto dai dvd o dai racconti carichi di emozione dei loro genitori che, all’epoca, si lasciarono conquistare e sorprendere da musica e coreografie capaci di colpire dritto al cuore». E poi Vittorio Matteucci, che promette un’interpretazione più che mai intensa e soprattutto “matura”: «Invito il pubblico agrigentino – ha detto – a gremire la platea perché questo spettacolo è capace di estraniarli da tutto. Non ci sarà null’altro, in quelle due ore, che Notre Dame de Paris e la forza di un sogno che non si è mai esaurito, nonostante siano passati parecchi anni. Dimenticherete tutto ciò che vi opprime durante le vostre giornate. Non penserete ad altro se non alle avventure di personaggi senza tempo. Tutti noi ci aspettiamo una grande risposta da parte degli agrigentini».
Presentato anche il plastico del nuovo Teatro Valle dei Templi. Occuperà una porzione dell’area antistante il porto, il cosiddetto piazzale della Madonnina con il chiosco Controvento immediatamente alle spalle del palco. La platea si estenderà in direzione hotel Dioscuri fino al muretto a ridosso del quale sarà collocata la tribuna. In tutto circa 2000 metri quadrati di spazio. Delineato anche il piano viabilità. Previste tre aree di parcheggio. La più lontana sarà quello dei bus accanto Annense. La seconda sarà il Villaggio Peruzzo e la terza sarà uno spazio ubicato a poche decine di metri dalla rotatoria che divide Viale dei Pini con Viale Viareggio. Il pubblico potrà raggiungere agevolmente il teatro utilizzando i bus navetta che effettueranno tre fermate nelle suddette aree di parcheggio. I biglietti, che vanno da un minimo di 27 ad un massimo di 69,90 euro in base al posto prescelto, si possono acquistare allo Sport Village in contrada Chimento-Mosè o alla biglietteria Il Sestante in via Platone ad Agrigento. Informazioni allo 0922/437474 e 0922/25019.

SHARE