SHARE
Marilù Caci e il padre Filippo - Foto AgrigentoOggi

Dopo l’elezione del primo sindaco donna si è tinta di rosa anche la poltrona della seconda carica cittadina nella Vigata del Commissario Montalbano. E’ Marilù Caci il nuovo presidente del consiglio comunale empedoclino. La giovane economista laureata alla “Bocconi” di Milano è stata eletta mercoledì sera da una maggioranza di 9 voti su 16. Con 701 voti di preferenza, Marilù Caci – alla sua prima esperienza politica ma “figlia d’arte” di Filippo, componente del consiglio di amministrazione dell’Italkali ed esponente di Forza Italia – è risultata alle elezioni del 5 giugno scorso la prima eletta al consiglio comunale di Porto Empedocle.

“Provo una grande emozione dettata dalla consapevolezza dell’importante ruolo istituzionale che mi appresto a volgere”, ha detto il neo presidente del consiglio al Giornale di Sicilia. “Il mio impegno politico assume oggi un significato diverso: quello di presidente del consiglio comunale è un incarico di grande responsabilità che mi onora e gratifica, che intendo esercitare con spirito di servizio e scrupolo assoluto. Il primo ringraziamento – ha aggiunto – va ai cittadini che mi hanno permesso di essere eletta. Poi ai colleghi consiglieri che mi hanno votata. Ma un ringraziamento va anche ai colleghi che non lo hanno fatto, per lo spirito propositivo e costruttivo che hanno manifestato. Il nostro é un consiglio comunale giovane, con una grande voglia da parte di tutti i suoi componenti di mettersi in gioco e spendersi per la nostra città. Abbiamo una compagine femminile che mai come adesso nella storia del nostro comune appare così presente forte e volitiva”.

“Svolgerò il mio ruolo d’indirizzo e controllo garantendo sempre – ha proseguito – la mia imparzialità e preservando la democratica dialettica tra tutti consiglieri comunali a prescindere dalla loro appartenenza politica. Il mio impegno sarà indirizzato alla necessità di tutelare i diritti e le prerogative di tutti i consiglieri garantendo l’esercizio effettivo delle nostre funzioni, nell’osservanza e rispetto delle leggi dello statuto e dei regolamenti. Sarò primus inter pares. Il mio auspicio è quello di portare avanti, nel rispetto della legge, un confronto fra tutti i consiglieri fluido e costruttivo che possa consentire di esaminare e trovare possibili soluzioni alle problematiche che vive quotidianamente la nostra città. Voglio che il consiglio da me rappresentato – ha sottolineato Marilù Caci – diventi una cassa di risonanza della voce dei cittadini per cercare di venire incontro alle legittime richieste che gli stessi avanzano in un momento storico-sociale di particolare complessità. Ho intenzione di mettere il bagaglio di esperienze maturato in tutti gli anni di studio e di lavoro a disposizione della mia città”.

Apprezzamento hanno espresso il deputato di Forza Italia Riccardo Gallo e il coordinatore provinciale Vincenzo Giambrone, rivolgendo “congratulazioni e l’auspicio di buon lavoro alla presidente Marilù Caci, sicuri che il dinamismo giovanile, il carattere determinato, l’amore per la propria città, la passione per la politica intesa come quotidiano servizio al cittadino e le capacità umane e amministrative costituiranno un valore aggiunto di rilievo per l’attività del consiglio comunale di Porto Empedocle nel compito propositivo, di controllo e di indirizzo che gli spetta”.

SHARE