SHARE

Tre città dell’Agrigentino sono tra le più convenienti in Italia per gli affitti turistici. La più conveniente è Palma di Montechiaro, poi Agrigento e Realmonte. E’ quanto emerge da una ricerca del portale Casevacanza.it, leader in Italia per gli affitti turistici e partner di Immobiliare.it, secondo cui ad agosto 2016 la Sicilia è la regione italiana che conta il maggior numero di località low cost per l’alta stagione estiva.

Anche se agosto è sinonimo di alta stagione, scegliere il low cost è comunque possibile. Le opportunità più interessanti per conciliare il relax delle vacanze con il risparmio si trovano in Sicilia e nella top ten delle località siciliane – capeggiata da Aci Castello, in provincia di Catania, con una media di 47 euro per notte – si piazzano al secondo posto Palma di Montechiaro, dove in media si spendono 50 euro a notte, ma anche Agrigento, la città dei templi (62 euro) e Realmonte, la città della Scala dei Turchi, dove in questi anni sono stati aperti decine di bed and breakfast, case vacanze, resort e in media si spende 65 euro a notte. Si tratta di prezzi medi per notte – viene spiegato – relativi a strutture ricettive con almeno quattro posti letto.

spiaggia-ciotta-di-palmaLe dieci mete che consentono di godere delle bellezze in Sicilia senza spendere troppo per l’alloggio sono distribuite in tutta la regione: fra le prime dieci compaiono anche Falcone (Messina), Palermo, Ispica (Ragusa), Mascali (Catania), Alcamo Marina (Trapani) e Mazara del Vallo (Tp). “Le ferie low cost – ha dichiarato Francesco Lorenzani, amministratore delegato di Feries, società proprietaria di CaseVacanza.it – non sono più un tabù per nessuno ed è stato proprio questo atteggiamento a favorire il business delle case vacanza e delle altre strutture ricettive extra-alberghiere. Internet – ha spiegato – ha reso più facile muoversi alla volta di luoghi meravigliosi e ancora poco conosciuti, dove gli affitti possono arrivare a costare fino al 60% in meno rispetto alle località più prenotate nelle stesse regioni”.

templi agrigento3“La rete dei b&b in città continua a crescere, tanti i livelli di offerta”, ha commentato il sindaco di Agrigento Lillo Firetto sottolineando che “la città dei templi da qualche tempo va scoprendo se stessa e la sua vocazione”. Ne è convinto anche il primo cittadino di Realmonte Lillo Zicari. “La Scala dei Turchi è un potentissimo attrattore turistico sempre in crescita, un bene che continueremo a valorizzare e a promuovere. Gli abitanti del luogo – ha detto – hanno creduto nello sviluppo turistico come fonte di guadagno, così molti hanno convertito i propri immobili in case vacanza, b&b e via dicendo. La grande offerta di posti letto ha, ovviamente, calmierato i prezzi, cosicché è possibile visitare la città della Scala dei Turchi spendendo poco. Aggiungo – ha concluso il sindaco ricordando la qualità dell’offerta enogastronomica del territoRio – che si può mangiare bene anche con poco o attraverso osterie e ristoranti anche di nuova apertura o attraverso prodotti tipici preparati nei vari panifici. Tutto all’insegna della genuinità”.